Da Robert Capa a Banksy, uno sguardo lucido e appassionato sull’America di ieri e di oggi

203
Pubblicità in concessione a Google

Patriottismo, Potere, Imperialismo; ma anche le ferite mai completamente chiuse dell’11 settembre, gli eccessi di una vita a stelle e strisce, la difficile convivenza tra tanti popoli ed etnie diverse.

Su questo (e molto altro) getta il suo sguardo lucido ed appassionato la mostra “American Beauty. Da Robert Capa a Banksy”, allestita a Padova presso il Centro Culturale Altinate/San Gaetano e visitabile sino al 21 gennaio 2024.

Pubblicità in concessione a Google

Robert Capa

Circa 130 le opere esposte, principalmente fotografie, molte in bianco e nero; ma non mancano sculture, installazioni e memorabilia, che forniscono un punto di vista originale e stimolante su quella che più che una nazione è stata ed è un modo di essere.

La mostra, organizzata da Artika in collaborazione con il Comune di Padova e Kr8te, è a cura di Daniel Buso e propone le opere di oltre un centinaio di artisti, alcuni dei quali ben noti anche al pubblico dei non addetti ai lavori; da Robert Capa a banksy, come recita il titolo della mostra; ma anche Henri Cartier-Bresson, Diane Arbus, Elliott Erwitt,Steve McCurry, Vanessa Beecroft e Annie Leibovitz per la fotografia, affiancati da alcuni dei protagonisti della Pop Art come James Rosenquist, Robert Indiana e Andy Warhol e della Street Art come Keith Haring, Mr. Brainwash e Obey.

Una sottile linea d’ombra

Il percorso si snoda attraverso sale ampie e colorate, il cui le opere spesso circondano ed a volte incombono sullo spettatore, divise in spazi tematici che contribuiscono ad inquadrare il concetto ed a delimitare, per quanto possibile, lo spazio d’azione degli artisti.

Non c’è assoluzione o condanna, e non potrebbe essere diversamente; l’America è così tanto parte di noi che non possiamo (e forse neppure dobbiamo) negarla ma piuttosto comprenderla (nel senso etimologico del termine) seguendo l’allestimento che prende per mano lo spettatore guidandolo lungo una sottile ma tenace linea d’ombra, attraverso cui si giunge, se non alla luce, quantomeno ad una maggiore consapevolezza.

Pubblicità in concessione a Google
Articolo precedenteToscana in ginocchio, Maltempo: dispersi e morti
Articolo successivoVenerdì nero in Italia: 15 dicembre a rischio stop